Una spesa che non alleggerisce il portafoglio del consumatore

  • L’uovo è la proteina nobile più a buon mercato nell’epoca dell’euro. Secondo una stima dell’Unione Nazionale dell’Avicoltura, negli ultimi quattro anni (periodo gennaio/luglio) il prezzo di vendita delle uova all’ingrosso è aumentato solamente del 3,1%, passando da 0,0721 euro a 0,0744 euro: un incremento di solo 0,23 centesimi di euro.

  • Se si confrontano i prezzi degli ultimi mesi del 2004 con quelli del 2001, per le uova si è assistito ad un incremento pari al 9,2%. Nello stesso periodo il prezzo della carne bovina così come quello del latte è salito del 9,3%; mentre dal 2001 ad oggi la frutta fresca e gli ortaggi hanno visto crescere il prezzo rispettivamente del 23% e del 23,8%.

  • Una curiosità:
  • Nel 1950 un uovo costava 30 Lire.
  • Nello stesso periodo costavano:
    • il quotidiano 20 Lire
    • un biglietto del tram 20 Lire
    • un caffè 30 Lire
    • un kg di pane 120 Lire